Programma

Eventi collaterali 6 – 21 settembre 2014

Eventi collaterali per tutto il periodo dal 6 al 21 Settembre 2014

Eventi collaterali
6 – 21 Settembre 2014

A CALESTANO

  • Visita ai “Salti del Diavolo
  • Proposte gastronomiche a tema nei ristoranti “Amici del Festival

Salti del Diavolo

I “Salti del Diavolo” sono una spettacolare formazione sedimentaria di età cretacica (80/82 milioni di anni), un allineamento lungo 5 km di strette guglie e pareti rocciose (a Calestano prendere per Chiastre -10 km, direzione Berceto); la visita non è guidata.

A FELINO

Tutte le sere, dal 14 settembre al 4 ottobre: le eccellenze enogastronomi che del territorio: cena su prenotazione, menù con i prodotti tipici (salumi, parmigiano reggiano, funghi, tartufo) ed i migliori vini locali, in abbinamento a champagne;
per prenotazioni telefonare direttamente ai ristoranti (vedi info dedicate sul sito o su www.comune.felino.pr.it)

A LESIGNANO DE' BAGNI

  • Dall’8 al 14 settembre: visita alla Chiesa Vallombrosana  Badia Cavana, aperta dalle 9 alle 19 (su prenotazione al numero 348 7130810)
  • Per tutta la durata del Festival i ristoratori “Amici del Festival” proporranno degustazioni e menù a tema in onore di sua maestà il Prosciutto (per il dettaglio delle informazioni vedi sito del Comune, www.comune.lesignano-debagni.pr.it)

Chiesa Vallombrosana

L’Abbazia di San Basilide a Badia Cavana di Lesignano, sorge su un’antica strada che dalla città di Parma raggiungeva la Toscana, attraverso il passo del Lagastrello e il monastero di S. Salvatore e S. Bartolomeo di Linari, importante luogo di sosta per viaggiatori e pellegrini. Fondata tra il 1097 e il 1106 dalla congregazione benedettina riformata di Vallombrosa, l’abbazia viene retta da questa famiglia monastica fino al 1485 e replica l’organizzazione degli spazi e le forme architettoniche delle altre abbazie dello stesso ordine, costituendo quindi il prototipo della fondazione vallombrosana.

A SALA BAGANZA

  • Ore 10-13 e 15-18: visite al Giardino Storico, alla Cantina dei Musei del Cibo, alla Rocca Sanvitale, con le sculture di Jucci Ugolotti
  • I colori nell’aia
    Mostra di Gino Ollari nei locali della Rocca Sanvitale
    Orari di apertura: dal mercoledì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18
  • Dalle 10: visita guidata, su prenotazione, alla Pieve romanica di Talignano
  • Sconti del 10% sulle attività in calendario per i camperisti

Giardino Storico Farnesiano

Il Giardino Storico della Rocca Sanvitale di Sala Baganza è stato ricostruito secondo l’originario impianto all’italiana, d’epoca farnesiana. L’intervento di restauro restituisce alla Rocca la sua pertinenza originaria, con oltre 250 piante tra lecci, melo da fiore e pero cotogno fra le geometrie del giardino.

Cantina dei Musei del Cibo

Al centro di una zona vocata da secoli alla produzione vitivinicola, nelle suggestive cantine della Rocca di Sala Baganza viene allestita la “Cantina dei Musei  del Cibo”, un percorso espositivo e sensoriale inserito nel più ampio circuito dei Musei del Cibo della Provincia di Parma interamente dedicato al vino di Parma, alla sua storia e alla sua cultura. Il percorso inizia partendo dagli albori dall’archeologia del vino nel parmense,  in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale, e continua approfondendo gli aspetti legati alle caratteristiche della pianta della vite e alla viticultura ripercorrendo le tracce di questa coltivazione nel parmense.Il museo si conclude rivolgendosi alla viticultura parmense.

Rocca Sanvitale

La Rocca S.Vitale di Sala Baganza viene edificata nel 1461 per volontà di Stefano Sanvitale e subisce nel corso dei secoli numerose trasformazioni che ne hanno modificato la struttura architettonica e decorativa. Nel 1612 i Farnese confiscano i beni della famiglia Sanvitale, diventando così signori della Rocca. Durante il XVIII secolo la struttura viene trasformata,  viene costruito il Giardino Potager e sono affrescate alcune sale in stile settecentesco; la Rocca  viene trasformata in riserva di caccia, motivazione che invoglierà Maria Amalia d’Asburgo, moglie di Ferdinando di Borbone, a stabilirsi qui.

Pieve romanica di Talignano

La Pieve romanica di San Biagio a Talignano, all’ interno del Parco dei Boschi di Carrega, fu costruita all’inizio del XII secolo come punto di sosta per i pellegrini lungo il percorso della Via Francigena.

A TIZZANO VAL PARMA

Possibilità di soggiorno camperisti, per info tel. 0521 860115,
e-mail: elenagalvani079@gmail.com

A TRAVERSETOLO

  • Grande mercato domenicale (ogni domenica dalle 8 alle 13.30 ed il 7 settembre dalle 8 alle 19.30)
  • Manifestazioni sportive: dall’ 8 al 21 settembre : “Cartellino verde  – 7°edizione,  e 1° Torneo di calcio femminile a 7 – over 14, presso il campo sportivo “S.Tesauri”